La Triste Musica del Flauto

This post is also available in: Cinese semplificato, Inglese, Francese, Russo, Spagnolo, Arabo, Indonesiano, Bosniaco, Croato, Malay, Portoghese (Brasile), Serbo, Tagalog, Turco


Maulana Shaykh Nazim’s Suhbah

La Triste Canzone del Flauto

1 Marzo 2011, Martedi

A’uzubillah himinash shaitan nirrajeem

Bismillah-hir Rahman-nir Raheem

Assalamu’alaikum wrh wbkt

Part 1

(Questo video consiste di 2 parti, i primi 3 minuti riguardano una prestazione usicale con uno strano strumento chiamato ‘hang‘, un utensile simile al wok in porcellana che produce un ripetitivo suono rilassante. Guardalo qui, sono soltanto 3 minuti, ma importanti,
specialmente visto che il giovane musicista
è cosi precoce e piacevole da vedere.)

  • Era una prestazione ipnotizzante, non si poteva fare a meno di essere trasportati in un altro mondo. Maulana disse al musicista, che questo strumento non era una nuova invenzione come a detta di molti (anche da Wikipedia), ma era di fatto utilizzata sin dai detmpi degli Ottomani. Suonati dalle donne degli Harem Reali alla corte dei Palazzi Ottomani, tale musica dava sollievo ai Sultani. Maulana umilmente ringrazio Allah per avergli inviato questo giovane e schivo musicista,
    le quali performance avevano aiutato Maulana ad alleviare i pesi che porta.

Collezione di ‘hangs’

(non ci sono commenti)

Fine parte 1

 

Parte 2

(La prossima parte del video mostra Maulana dare un’idea della tristezza, melanconici suoni riprodotti da uno strumento a fiato simile ad un flauto, chiamato nay‘. Si può vedere Maulana parlare dopo che la performance è finita, il video non mostra la performance stessa. Per rendere immediata la comprensione, noi semplicemente useremo la parola flauto d’ora in poi, visto che non molte persone conoscono il ‘nay’).

 

  • Le notes prodotte dal flauto sono sempre melanconiche, tristi e ossessionanti. Perchè?
  • Il flauto è stato creato tagliandolo da sua madre, la pianta di bamboo. Da allora, siccome è stato strappato da sua madre, l’angosciato pezzo di bamboo scavato, ora chiamato flauto, geme e lacrima, producendo dei suoni sconsolati desideroso di tornare indietro da dove era venuto, per riunirsi al resto dell’albero di Bamboo.
  •  

  • La nostra Anima è stata creata in Cielo, e per un immaginabile numero di anni, ha vissuto li in completa obbedienza e assoluta beatitudine del Regno Divino. Portato sulla terra di nuovo la nostra speranza, e posto in una gabbia di egoistici e peccaminosi desideri, essa piange tristemente per una inaspettata separazione, egli cerca la strada del ritorno verso la sua patria, i Cieli.
  • Quando Maulana ascolto il flauto, egli ricordò i tristi sospiri delle Anime, ognuna alla ricerca delle via di ritorno. “Ascolta cosa il bamboo ti sta dicendo”, egli dice, “ascolta il suo lamento! Si sta lamentando della separazione dalla madre pianta”.
  • Maulana ha concluso elogiando il musicista, dicendo era viva, la musica prodotta non venica dalla mente, ma dal cuore! “Suonata come un vero maestro”, ha detto Maulana, “mi sono sentito  contento e rilassato nell’ascoltarlo. Ed il mio Maestro, GrandShaykh Abdullah, ha confermato questo”.

Al-Fatihah

Commento

1) Separazione e riunione

  • Giusto un bambino piange quando è separato dal conforto del grembo materno, la separazione del flauto dalla madre pianta, è una dolorosa e straziante esperienza. Similarmente, la morte, è la separazione dell’Anima dal corpo, è stata descritta come una straziante esperienza, siccome l’Anima dice addio al corpo cellula dopo cellula.
  • Allah mostra attraverso la nostra vita quotidiana che la separazione è sempre una pena orribile e il ricongiungimento è il più dolce degli elisir.
  • Ogni morte è pianta profondamente dai propri cari, alcuni non saranno mai e poi mai capaci di aver pace dopo questa separazione. Eppure, in ogni separazione, si trova la speranza e la dolcezza del ricongiungimento. Maulana dice, anche se ‘separati dal cibo’ (a digiuno) per giusto poche ore, rende il cibo alla rottura del digiuno, così gustoso, così appagante.
  • Quindi, il detto del Profeta (saw), “Il desiderio della propria patria, è un segno di fede”.
  • Oh credente, tu non sei stato creato in questa dunia. Tu non sei stato creato per questa dunia. Tu non sei mai stato parte di questa dunia. E tu non avrai mai una parte di dunia indietro con te. Ascolta la nostalgia all’interno della tua Anima! Tu vieni da un piano eterno e dovrai tornare a quel piano eterno. Per quelli che cercano, loro si riuniranno con il loro Signore Onnipotente, nulla sarà separato di nuovo, per sempre.
  • Eternità, Maulana dice, è la più bella delle parole, da una tale speranza in mezzo alla disperazione di questa vita temporanea, da una tale gioia nel mezzo di quest triste e sofferente vita, da un tal piacere nel mezzo di questa vita fatta di pene e veleni. Eternità!
  • Chiedi a chiunque abbia perso un caro, una persona amata, cosa darebbe per spendere altri 5 minuti con chi ha perso tenerla, amarla, abbracciarla e baciarla, giusto una volta ancora, per coccolare qualcuno che manca dal suo cuore cosi tanto. Cosa avrebbe fatto se gli fosse stato offerto di riunirsi con la defunta persona amata per un anno? Oh, come il suo cuore sarebbe colmo di gioia, come le note dal suo cuore sarebbe state gioiose, felici.
  • Ma, oh credente, non riusciamo a capire che ci hanno offerto di riunirci con il nostro Amato, non per meri 5 minuti, o per un anno appena, ma per sempre! Per l’eternità, Egli mostrerà il Suo Amore per noi senza fine, la nostra Anima non soffrirà mai più separazione da Lui, mai più. Sapendo questo, la nostra Anima implora ora per noi, di lavorare per quel ricongiungimento permanente e di tenere forte la speranza di questo desiderio
  • Eppure, siamo sordi alla memoria delle nostre anime in lutto e, girando le spalle a l’eternità, abbiamo scelto la separazione da Lui – abbiamo scelto la dunia. E siccome  abbiamo cosi scelto, quando torniamo nell’aldilà, noi aneliamo a lungo per  questa dunia, e siccome non torneremo mai più qui, questo sarà il nostro turno di piangere, in quanto saremo eternamente separati da chi abbiamo amato.

 

2) Le Vere Guide sono i
Maestri del Cuore

 

  • Alla fine del video, Maulana ha rimarcato che il musicista ha il marchio del Maestro, siccome ha suonato con il cuore e non con la mente, e nel fare questo, le sue note hanno ‘penetrato’ il cuore di Maulana, portandogli rilassamento e contentezza. Maulana ci insegna che le guide religiose d’oggi sono di due tipi.
  • Il primo tipo e quello Scolare, quelli che parlano dalla mente, da note mnemoniche e discussioni intellettuali. Questi sono impegnati ad accumulare titoli onorifici e distinzioni, sono eloquenti parlatori, apostrofando spesso dalle loro ricerche e tesi. Siccome le loro parole vengono dalla mente, questo viene unicamente ricevuto dalla mente degli ascoltatori, ma avulsi dalla luce, questi portano a pesantezza e onere alle loro menti. Uno studente viene sopraffatto dalle informazioni, neppure lotta il cattive gesta contro se stesso.
  • Maulana dice che questi tipi di Insegnanti credono che, per poter insegnare un argomento/soggetto, bisogna aver letto un libro circa questo. Essi hanno equiparato l’aver memorizzato o aver letto molti libri, alla definizione di un aleem.
    Le parole ricevute dalle menti degli studenti, non possono portare soddisfazione, solo quando la conoscenza raggiunge il cuore di un mureed, può esso raggiungere appagamento.
  • Il secondo tipo di Insegnante, parla da un cuore illuminato, da perle di saggezza e da gioielli di vera conoscenza. Il loro è il gusto delle conoscenza, nessuno troverà perle e gioielli senza imbarcarsi in viaggi difficoltosi per trovarle. Uno cosi benedetto, parla a vostri cuori, e l’ascoltatore si sente illuminato e rinfrescato dopo essersi seduto nel loro circolo.
  • Tu puoi sempre sentire la differenza! Maulana dice, la differenza è come la differenza tra cielo e terra! Sicuramente si può sentire la differenza tra frutta di plastica e vera plastica. Un tipo di parlare (con l’ego), è indirizzato alla tua mente, questa ti offusca e ti appesantisce,  mentre l’altro tipo (dalla luce del cuore), è indirizzato al tuo cuore, questo ti fa ascendere e rilassare, portando alla contentezza dell’anima. Cosi cerca un vero Maestro, colui che parla dal proprio cuore verso il tuo, perché, da cuore a cuore, c’è connessione.
  • Maulana avverte tutti i mureed, che vomitando fuori il cibo contaminato, se tu accidentalmente lo hai mangiato, ci si può liberare da insegnamenti contaminati (dal primo tipo di Religione) cosi facilmente, altrimenti può rimanere con te, e avvelenarti, fino alla fine dei tuoi giorni. GrandShaykh disse, per questa ragione, noi dobbiamo essere attenti nel sederci accanto a coloro che diniegano Tariqah e Murshid, se facciamo ciò, dobbiamo prepararci a portare un grosso peso  d’oscurità e vivere con un cuore ferito per un anno!

 

Questo sommario è dedicato alla amorevole memoria della cara Sorella Maryam Fatima, figlia dello Shaikh Muhammad Baba Ishtiyaque (rappresentante di Maulana per gli Emirati Arabi Uniti), che è passata a miglior vita alcune ore prima che questo sommario fosse pubblicato.
Lei era la sublime inspirazione dietro a questo sommario, mentre lei assapora la dolcezza della ricongiunzione, noi siamo lasciati con la tristezza della separazione. Possa Allah benedire la sua Anima eternamente, e possa lei amare colui che elargisce perenne tranquillit
à, per la tranquillità che hanno sopportato con tanta pazienza. Ameen. Al Fatihah.

 

Questi Suhbah di 10 minuti in Inglese può essere vista a www.Saltanat.org,
Clicca qui per vedere la Suhbah.
Saltanat TV è il sito Ufficiale di Maulana
Shaykh Nazim che
è sancita e approvata da lui personalmente.


About Mikahel (Italian/Japanese)

I'm still one... but not for ever, inch'Allah!
This entry was posted in 2011, Suhbah and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.